Riflessione su “Mari stregati” di Tim Powers

LIBRI

Cari lettori,
oggi parleremo di “Mari stregati” di Timothy Powers, il romanzo che ha ispirato “Pirati dei Caraibi – Oltre i confini del mare”.

Il libro descrive le avventure del giovane John Chandagnac, un burattinaio in viaggio verso la Giamaica alla ricerca di uno zio che non ha mai incontrato, apparentemente responsabile della morte di suo padre e scappato con l’eredità di famiglia. Durante il viaggio fa la conoscenza della giovane Beth Hurwood e di suo padre Benjamin, un professore di Oxford. Poco prima di arrivare a destinazione, la nave su cui sono imbarcati viene attaccata dai pirati che, con l’aiuto del padre di Beth e del suo assistente medico, uccidono il capitano e costringono Chandagnac a unirsi alla loro ciurma. Chandagnac, che sarà soprannominato dalla ciurma Jack Shandy, viene quindi a sapere della terrificante storia di Benjamin Hurwood e della sua defunta moglie, e dei suoi piani di riportarla in vita che coinvolgono la figlia. Divenuto cuoco di bordo, dovrà cercare di guadagnarsi il rispetto della ciurma per poter un giorno diventare capitano e salvare Beth dai folli piani del padre. Vivrà in questo modo emozionanti e incredibili avventure che lo porteranno anche a incrociare il cammino di niente meno che il famoso pirata Barbanera.

Non è un brutto libro e, più che il film dell’omonima saga, di cui sopra, mi ha ricordato tantissimo la serie tv “Black Sails”, visto che appaiono personaggi come Jack Rackham, Ann Bonny, Woods Rodgers e tanti altri, così come parte della stessa storia, sulla quale si basa sostanzialmente tutta la trama della serie tv. La scrittura è abbastanza scorrevole, descrive perfettamente l’ambiente e caratterizza sufficientemente i personaggi, tutti abbastanza diversi, ma comunque verosimili, soprattutto i pirati. Le battaglie sono meravigliose, quasi da film. Le uniche cose che non convincono del tutto sono legate al racconto della magia, non sempre ben comprensibile, soprattutto tutta la parte legata alla Fonte della Giovinezza, e il finale, abbastanza deludente. Lo consiglio a tutti gli amanti del genere piratesco.

BL

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...