Riflessione su “Sono il Numero Quattro” di Pittacus Lore

LIBRI

Cari lettori,
era da tempo che volevo iniziare la serie “Lorien Legacies” di Pittacus Lore, pseudonimo di Jobie Hughes e James Frey. Ecco la recensione del primo libro, “Sono il Numero Quattro”.

Nove bambini vengono fatti scappare dal pianeta Lorien quando questo viene attaccato dagli abitanti di Mogadore; il piano è quello di far sviluppare loro le capacità che arriveranno raggiunta l’adolescenza sulla Terra, e poi farli tornare su Lorien una volta pronti per riconquistarlo. I Mogadorian danno loro la caccia sulla Terra, ma i nove sono protetti da un incantesimo: possono essere uccisi solo a patto di seguire l’ordine dei numeri loro assegnati. Dopo l’uccisione dei primi tre, Numero Quattro deve scappare e nascondersi in città sempre diverse. Si rifugia quindi a Paradise, in Ohio, con il suo custode Henri, prendendo il nome di John Smith. Ma qualcosa è diverso dalle altre volte: qui incontrerà il suo primo amore e il suo primo vero amico; per questo motivo si ritroverà a dover decidere se scappare o rimanere nonostante il grande rischio di essere ucciso.

Partiamo dalla premessa: il film mi piacque molto ed è per questo che ho voluto iniziare a leggere anche la saga. Detto questo, però, il libro è migliore, assolutamente. Prima di tutto, la scrittura è molto scorrevole, coinvolgente e con i giusti ritmi. Poi, l’ambiente è ben delineato, così come è ottima la caratterizzazione psicologica dei personaggi, molto ben strutturati e con il giusto background emotivo. La storia è molto interessante, attrae, si vuole e si fa leggere. Rispetto al film, ovviamente, i protagonisti sono più vivi, reali, a parte uno, che non dico, del quale ho preferito la trasposizione cinematografica, non poi così superiore nemmeno nel rappresentare le scene di azione, raccontante meravigliosamente anche nel libro. Infine, ci sono tante differenze proprio sull’evolversi della trama tra film e libro, tanto da far risultare il primo quasi fin troppo sintetico, con qualche vuoto e davvero troppa confusione temporale sugli eventi. Insomma, mi è piaciuto molto e continuerò a leggere anche gli altri.

BL

Annunci

Una risposta a "Riflessione su “Sono il Numero Quattro” di Pittacus Lore"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...