Riflessione su “La valle di Aldur” de “I Belgariad” di David Eddings

LIBRI

Cari lettori,
ecco il terzo capitolo della saga de “I Belgariad” di David Eddings, “La valle di Aldur”.

Il potere della magia sta crescendo dentro Garion, che comprende di non potervisi più opporre se vuole realizzare il suo destino. Intanto, nelle terre orientali, il piano per risvegliare il malvagio dio Torak sta prendendo forma, e le forze del male si stanno schierando per riprendere la battaglia per il dominio del mondo.

Sicuramente un piccolo passo in avanti rispetto ai precedenti libri, visto che c’è maggiore ritmo e, sicuramente, più azione, con tante battaglie, soprattutto magiche. E, altro lato positivo, finalmente vengono spiegate tantissime cose, precedentemente non proprio chiarissime. Quello che ancora non piace però del tutto è questo viaggio continuo che sembra essere quasi infinito e sicuramente fatto esclusivamente per “mostrare” il mondo creato e non per veri e propri scopi legati alla storia, inserendo trame che, spesso e volentieri, possono considerarsi abbastanza evitabili.

BL

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...