Riflessione su “Piano Rupe” di Fabio Scalini

LIBRI

Cari lettori,
è un piacere per me recensire “Piano Rupe” di Fabio Scalini.

Un cecchino infallibile. Un poliziotto a un passo dal suicidio. Un misterioso piano che collega la morte di politici, imprenditori, dirigenti e faccendieri. Un fucile impossibile finito nelle mani di un predestinato.

Signore e signori, ci troviamo di fronte ad un fenomeno. Avete mai visto “V per vendetta”? Ecco, è proprio come il capolavoro di James McTeigue con Hugo Weaving come protagonista. “Piano Rupe” è letteratura militante come lo erano le opere di Alberti ai tempi della dittatura fascista di Francisco Franco in Spagna nel 1939. “Piano Rupe” è una denuncia: alla società, ormai ad un passo dal baratro; alla politica, sempre più spogliata della sua vera essenza; alla cultura, con un processo tecnologico di progressione che, invero, può portare ad una regressione. L’opera di Scalini è questo e quant’altro, ma soprattutto è la dimostrazione che, forse, l’autore di Ravenna ha un futuro, non solo nel fantasy, ma anche e soprattutto nel thriller-fantascientifico. Passando alla scrittura, azzeccatissima la scelta di usare una narrazione “ab intra”, l’alternanza di due pov con una descrizione in prima persona e l’uso del presente, lasciando solo sospeso il background dei personaggi, che sono caratterizzati psicologicamente in maniera divina… è come se ti entrassero dentro! Da sottolineare la crudezza del linguaggio, la precisione nella scelta della parola esatta, l’immediatezza della scrittura. Tutto ciò crea empatia, coinvolge il lettore, che si sente stretto nella morsa della lettura, non può fare a meno di leggere una frase in più, una pagina in più, un capitolo in più. Il finale è l’apoteosi di una storia ben orchestrata, costruita attorno a trame ben delineate, rallentate dall’oscillazione tra narrazione e scoperta psicologica dei personaggi. Ci troviamo davanti ad un capolavoro!

BL

2 risposte a "Riflessione su “Piano Rupe” di Fabio Scalini"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...